(C)ARTE DA DECIFRARE la nuova personale di Paolo Emilio Greco dal 4 aprile alla Galleria Gino Marotta – Aratro

Vi segnaliamo con piacere la nuova mostra personale di Paolo Emilio Greco,
(C)ARTE DA DECIFRARE, che giovedì 4 aprile verrà inaugurata alla Galleria Gino Marotta – Aratro Università del Molise e curata da Lorenzo Canova e Piernicola Maria Di Iorio

(C)ARTE DA DECIFRARE è una nuova mostra personale di Paolo Emilio Greco, artista che vive e lavora a Campobasso, una selezione di opere recentissime nate da una ricerca prolungata sulla carta, sul riuso di materiali di scarto e sull’urgenza di rivedere la nostra cultura del rifiuto.

Le opere di Greco nascono infatti come un gesto poetico di riutilizzo della carta, dei cartoni e degli stracci che altrimenti verrebbero buttati, cose apparentemente insignificanti e residuali che non vengono soltanto salvate e riciclate artisticamente, ma delle quali l’artista scopre il lato misterioso, le connessioni segrete, le geometrie nascoste nella loro fragile natura di oggetti che crediamo insensati.
Greco compone così architetture coloratissime, torri, minareti, campanili leggeri e solenni, strutture enigmatiche che sembrano ibridare culture, epoche e stili, forse trottole, capsule spaziali o proiettili pacifici destinati a fendere l’aria e il tempo come strutture enigmatiche non così lontane dagli oggetti colorati che Giorgio de Chirico collocava nei suoi quadri metafisici.
In chiave concettuale Greco gioca così con i titoli dei suoi cicli di opere, passando dai Cartoni animati alle citate (C)Arte da decifrare, attraversando con raffinata ironia le materie di elezione del suo lavoro e lasciando la porta aperta a una possibile esegesi, a un’interpretazione del suo lavoro sospeso tra ordine e disordine, geometria e poesia in una ricomposizione del caos e dell’entropia fondata su un rigoroso pensiero progettuale.

Inaugurazione giovedì 4 aprile 2019 ore 18.00

📍ARATRO- archivio delle arti elettroniche- museo laboratorio di arte contemporanea 
2° piano- 2° edificio polifunzionale, #Unimol via De Sanctis 86100 Campobasso 
📲Info: + 39 3385912482- + 39 3331530974; 
📧aratro@unimol.it

🗒Dal 4 aprile al 3 maggio 2019; dal lunedì al venerdì per appuntamento

Gli Hammers chiudono ad Angri il loro campionato

La formazione degli Hammers che ha sfidato Avellino domenica 24 marzo 2019.

Ultima giornata di campionato in serie C2 per gli Hammers Rugby Campobasso sul campo di Angri, atto finale di una stagione brillante vissuta da assoluti protagonisti dagli uomini di coach Sommella, stabilmente al vertice della classifica del girone campano di rugby sin dalla prima giornata, in un testa a testa continuo con il XV del Battipaglia.

La corsa verso la C1 e il salto di categoria passa per Angri dopo la straripante vittoria di sette giorni fa in casa contro Avellino, con un 91 a 0 che ha reso completamente l’idea della differenza tecnica tra i campobassani e la gran parte delle formazioni incontrate sulla propria strada.

Nota di interesse massimo per la dirigenza guidata dal presidente Suliani anche dopo la gara di domenica scorsa, è stata la prestazione di molti giovanissimi aggregati alla prima squadra in quest’annata e cresciuti nelle passate stagioni percorrendo l’intera trafila delle giovanili rossoblu, a dimostrazione del compimento di un percorso di crescita sportiva che sta portando sempre più frutti nel medio e lungo termine per l’intero movimento del rugby regionale grazie alla lungimiranza della società degli Hammers

Nel confronto diretto con Battipaglia i campobassani si ritrovano ora a sole due lunghezze di distanza dal primo posto e con i salernitani che si giocheranno quest’ultima giornata in casa con l’Avellino.

I convocati di coach Sommella per l’ultimo atto della stagione ad Angri sono i seguenti: Valente G., Discenza, Corsillo, Ianniruberto, Giampietruzzi, Pace, Dudiez, Di Stefano, Lombardi, Ziccardi, Fatica, Mignogna, Valente A., Fratianni, Blanco, Pietrangelo, Lomma C., Di Bona, Battista, Lomma E., Suliani, Zeolla.


Parte da Roma “Come ti vedo. A book on tour”

Mercoledì 13 marzo a Roma, presso “La mia libreria” in via Malatesta 85, alle ore 18.00, parte il tour di presentazioni di Come ti vedo, la raccolta di racconti tutti al femminile pubblicata da Raw Signs nella collana Talk Talk e scritti da Maria Fabia Simone, Michela Modesti e Teresa Lembo.

Dopo i tanti consensi ricevuti nei primi due mesi di uscita del libro, tocca ora alle autrici ritrovarsi faccia a faccia con il pubblico e con i lettori per confrontarsi direttamente con loro e rendere ancora più intensa questa esperienza editoriale nata dalla voglia di sperimentare una visione tutta al femminile delle emozioni, dei sentimenti e delle storie che la quotidianità nei modi più disparati ci può proporre.

A presentare il libro e a dialogare con le autrici ci sarà Gianluca Nicoletta. Intanto, nei giorni scorsi, la bravissima Alessandra Chiari ha letto e registrato alcuni estratti tratti da Come ti vedo che sono stati montati in questo video caricato su You Tube.

Final Eight di Coppa Italia, organizzazione assegnata al Cln Cus Molise

Il Presidente del CLN Cus Molise, Nicola Dell’Omo.

È giunta proprio in queste ore la ratifica ufficiale da parte della Divisione nazionale Calcio a 5 dell’assegnazione della final eight di Coppa Italia di serie B alla squadra della città di Campobasso del CLN Cus Molise, ma gli indizi che avevano rivelato la bella accoglienza avuta dalla candidatura della società del capoluogo molisano che fa capo al presidente Nicola Dell’Omo negli ambienti federali, erano stati più d’uno sin da qualche settimana addietro.

Dal momento stesso della qualificazione ottenuta a metà dicembre del 2018 nello scontro diretto contro il Lucrezia, i campobassani hanno spinto il piede sull’acceleratore e con grande unità d’intenti nello staff societario, hanno mosso i passi giusti per presentarsi sotto la lente d’ingrandimento del Consiglio Federale con un progetto di candidatura concreto, affidabile e capace di dare lustro a una città come Campobasso che rappresentano e a una regione come il Molise che per la prima volta nella storia si ritroverà a ospitare una manifestazione nazionale di questa portata.

“La passione dei campobassani per il futsal ha radici oramai consolidate, il PalaUniMol è sempre pieno di spettatori per ogni partita interna della nostra squadra e ci è sembrato un atto dovuto verso la città che rappresentiamo, capoluogo di regione, fare del nostro meglio per regalare un momento di sport che avrà rilevanza nazionale e che vedrà, fra le altre cose, la squadra di Campobasso del CLN Cus Molise nelle doppie vesti di organizzatrice e di partecipante in campo.- ha dichiarato il presidente del CLN Cus Molise Nicola Dell’Omo, felice dell’assegnazione ottenuta dalla Divisione – La macchina organizzativa che abbiamo progettato per questo evento è già partita di buona lena sottotraccia nelle settimane di gennaio e anzi mi corre l’obbligo di ringraziare il Cus Molise, l’Università degli Studi del Molise, la Regione Molise, l’amministrazione comunale di Campobasso e il CONI Molise che si sono spesi in prima persona per appoggiare la nostra documentazione presso la Divisione calcio a 5. Portiamo con orgoglio Campobasso in campo in questa manifestazione nazionale e i campobassani sono i primi che ci hanno manifestato entusiasmo e calore per questa scelta di candidarci e metterci in gioco, segno che il futsal e la nostra società sono per questa città una cosa sola.”

Le magnifiche 8, come recita l’hashtag scelto dalla società campobassana per comunicare sui social e sui media questo evento sportivo, giungeranno a Campobasso da diverse parti d’Italia: dalla Sicilia arriverà l’Assoporto Melilli, dalla Valle d’Aosta l’Aosta Calcio a 5, dalla Toscana il Città di Massa, dal Lazio l’Italpol, dalla Campania il Real San Giuseppe, dall’Emilia Romagna l’Imolese, dalla Puglia il Ruvo e a rappresentare il Molise, ovviamente, ci sarà la squadra campobassana padrone di casa, il CLN CUS Molise.

Da giovedì 7 marzo fino a domenica 10 marzo il PalaUniMol sarà il proscenio ideale per accogliere tutti gli appassionati di futsal campobassani e molisani che di sicuro non vorranno perdere l’occasione di sostenere la squadra di Campobasso nel torneo finale per l’assegnazione della Coppa Italia.

“Sapremo accogliere dirigenti e atleti provenienti da tutta Italia grazie a una struttura di assoluto livello sia dal punto di vista logistico che del personale che vi opera, come quella del PalaUniMol, un vero gioiello dell’Università degli Studi del Molise e del Cus Molise, per goderci tutti insieme uno spettacolo che Campobasso e la sua squadra si sono guadagnati sul campo.” ha concluso il presidente Dell’Omo.

Il conto alla rovescia verso le date di marzo è appena cominciato, di certo però c’è che quest’anno la regina di Coppa s’incorona in Molise.

Ufficio Stampa Cln CusMolise

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: